Giubilei nella storia

Giubilei nella storia

Il primo Giubileo in assoluto ebbe luogo nel 1300 con Papa Bonifacio VIII, che stabilì che si sarebbe tenuto ogni 100 anni. In seguito, Papa Clemente VI decise che il Giubileo si sarebbe svolto ogni 50 anni, in modo che l’intervallo di tempo tra un Giubileo e l’altro fosse lo stesso del Giubileo ebraico. Infine, Papa Paolo II optò per un Giubileo ogni 25 anni. Oltre ai Giubilei programmati, possono essere indetti Giubilei straordinari, in occasione di eventi di particolare importanza.

Giubilei importanti nella storia:

1300 - Papa Bonifacio VIII

Il 22 febbraio 1300, Papa Bonifacio VIII indisse il primo Giubileo, stabilendo che, per avere diritto all'indulgenza plenaria, i romani dovevano visitare la Basilica di San Pietro e la Basilica di San Paolo fuori le Mura per 30 volte entro la fine di quell'anno e i pellegrini provenienti da fuori dovevano farlo per 15 volte.

1350 – Papa Clemente VI

Questo secondo Giubileo fu indetto nell'anno 1343 da Papa Clemente VI. La sua preparazione fu molto difficile, a causa della grande peste (1348) e del devastante terremoto (1349) che colpirono l'Italia centrale. Nonostante questi eventi tragici/drammatici, milioni di pellegrini giunsero a Roma.

1350 – 1425: Celebrazione regolare dei Giubilei
1425 – Papa Martino V

In questo anno è stata aperta la Porta Santa della Basilica di San Giovanni in Laterano.

1425 – 1475: Celebrazione regolare dei Giubilei
1475 - Papa Paolo II / Papa Sisto IV

Papa Paolo II dichiarò che, a partire da quest'anno, i Giubilei si sarebbero svolti ogni 25 anni, in modo che ogni generazione potesse vivere almeno un anno giubilare. Questo Giubileo fu in realtà presieduto da Papa Sisto IV perché nel frattempo Papa Paolo II era morto.

1475 – 1500: Celebrazione regolare dei Giubilei
1500 – Papa Alessandro VI

Papa Alessandro VI stabilì la cerimonia ufficiale che apre e chiude ogni Giubileo: fu deciso che l'inaugurazione dell'anno giubilare sarebbe stata siglata dall'apertura della Porta Santa della Basilica di San Pietro da parte del Papa in carica.In seguito, vennero aperte le Porte Sante delle altre tre Basiliche di Roma e si stabilì che le porte dovevano rimanere aperte per tutto l'anno.

Oltre a quelli negli anni 1800 e 1850 (a causa delle guerre napoleoniche), dal 1500 al 1875 i Giubilei sono stati regolarmente celebrati
1875 – Papa Pio IX

Questo fu il primo Giubileo ad essere celebrato dopo l'Unità d'Italia.Tuttavia, non fu possibile aprire e chiudere la Porta Santa della Basilica di San Pietro, a causa dell'occupazione militare delle truppe di Vittorio Emanuele II.

1875 – 1925: Celebrazione regolare dei Giubilei
1933 - Papa Pio XI (primo Giubileo straordinario)

1900 anni dopo la morte di Gesù, Papa Pio XI dichiarò un Giubileo straordinario. Ha tenuto 620 discorsi e più di 2 milioni di pellegrini sono venuti a Roma per celebrare questo anniversario.

1950 – 1975: Celebrazione regolare dei Giubilei
1983 - Papa Giovanni Paolo II (secondo Giubileo straordinario)

Papa Giovanni Paolo II ha indetto il secondo Giubileo straordinario per celebrare il 1950° anniversario della morte e risurrezione di Gesù.

2000 - Papa Giovanni Paolo II (il Grande Giubileo)

Durante tutto l'anno 2000, Papa Giovanni Paolo II ha compiuto diversi pellegrinaggi e gesti simbolici, non usuali durante le celebrazioni, come la richiesta di perdono per i peccati commessi durante la storia. Uno degli eventi principali dell'Anno giubilare è stata la celebrazione della Giornata Mondiale della Gioventù (GMG) a Roma durante quell'anno.

2015 - Papa Francesco (terzo Giubileo straordinario)

Papa Francesco ha indetto il terzo e ultimo Giubileo straordinario, per celebrare il 50° anniversario della fine del Concilio Vaticano II. L'8 dicembre è stata aperta la Porta Santa della Basilica di San Pietro, alla presenza di due Papi: il Papa emerito (Benedetto XVI) e il Papa regnante (Francesco).